IndicePortale DSCalendarioGalleriaFAQCercaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi
Sondaggio
Nuova Grafica in beta: cosa ne pensate?
Finalmente ho conosciuto il tepore caldo della benevolenza divina
38%
 38% [ 3 ]
Bellissima
0%
 0% [ 0 ]
Sono eiaculato più volte
13%
 13% [ 1 ]
Il pala è una merda
13%
 13% [ 1 ]
Lo shamano sarà OP
13%
 13% [ 1 ]
La blizzard fa il bilanciamento come Berlusconi Risana il PIL
0%
 0% [ 0 ]
Ci sarebbe qualcosa da cambiare
25%
 25% [ 2 ]
Paladino merda.
0%
 0% [ 0 ]
Voti totali : 8
Migliori postatori
Relem (628)
 
Galarien (498)
 
Jiraiyä (482)
 
Lucifer (289)
 
Gorneyeld (112)
 
Herlion (97)
 
Narghan (92)
 
Admin (85)
 
blackfenix (84)
 
Hokage (62)
 
Gennaio 2019
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
CalendarioCalendario

Condividi | 
 

 Il gentil parlato romano: Piazza Navona

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Relem
Admin
Admin
Relem

Messaggi : 628
Punti : 1035
Reputazione : 14
Data d'iscrizione : 21.01.10
Età : 30
Località : Roma

Foglio di personaggio
Nome PG:

MessaggioTitolo: Il gentil parlato romano: Piazza Navona   Dom Giu 17, 2012 10:06 pm

Alcuni secoli fa, la famosa piazza navona veniva allagata per rinfrescare i romani nelle calde giornate estive.
così Giggi Zannazzo ci racconta così questo spettacolo meraviglioso: "Tutti li sabbiti e le domeniche d’agosto, s’atturava la chiavica de la funtana de mezzo de piazza Navona, e la piazza ch’era fatta a scesa, s’allagava tutta. Che bber divertimento! La mmatina ce s’annava in carozza, o in carettella. Io m’aricordo d’essece ito co’ mmì’ padre a sguazzà’ in de ll’acqua, pe’ ffa’ sciacquà’ le róte infangate de la carozza, quanno aritornamio da le grotte de Testaccio. La domenica, doppo pranzo poi, in un gran parco piantato sotto ar palazzo Doria, fra er portone e Ssant’Agnesa, c’era la bbanda de li pompieri che ssônava ’na mucchia de sônate p’arillegrà’ la ggente. Intorno a llago c’ereno ’na quantità dde cocommerari co’ le loro scalette piene de cocommeri che strillaveno: «Curete, pompieri, che vva a ffôco!»
E ppoi mosciarellari, brusculinari, mandolari; regazzini che se pijaveno a spinte e sse bbuttaveno in de ll’acqua; ggente che ppe’ scherzo se la schizzàveno in faccia: urli, strilli, risate da nun dì, ecco ch’édera e’ llago de piazza Navona."

evviva la lazie!

_________________

Il modellismo per target dummies


Torna in alto Andare in basso
Visualizza il profilo
 
Il gentil parlato romano: Piazza Navona
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Per Tutti :: Pubblica-
Vai verso: